DA UN PASSAGGIO DELL’OMELIA PER I FUNERALI DI HANS URS VON BALTHASAR, PRESIEDUTI DAL CARDINALE JOSEPH RATZINGER (giugno 1988).

“Egli fu un autentico maestro di fede, una guida sicura verso le fonti dell’acqua viva, un testimone della Parola, dal quale noi possiamo apprendere Cristo, apprendere la vita. ‘Per me vivere è Cristo’, questa frase…dalla lettera ai Filippesi (1,21) riassume alla fine tutto il cammino della sua vita. Poiché essa è la verità della sua intima biografia, possiamo essere certi che vale per lui anche la frase seguente: ‘il morire è un guadagno’, e che la sua morte non è un andare via dalla comunità dei viventi, per la quale egli si è sempre prodigato, ma un nuovo modo di esser presente a partire dalla forza di presenza dell’amore di Dio, nell’unità di tutte le membra del corpo di Cristo. Vogliamo pregare il Signore che ci dia la grazia di tener viva in noi la grande testimonianza di questo suo servo e di continuarne l’opera. Vogliamo pregarlo che lo ripaghi di ciò che egli ha fatto e ha patito nell’obbedienza di fede e nell’umiltà del suo amore carico di speranza. Amen”.