Il Cardinale Müller scrive in difesa della fede ma tace clamorosamente sulla vera causa che affligge oggi la Chiesa, il falso papa.
Padre Cavalcoli mi rivolge un ennesimo appello a riconoscere Bergoglio come papa.
Nel frattempo la diocesi di Cagliari emette un documento ridicolo sugli adepti di don Minutella.
Rispondo con le parole di San Cirillo di Alessandria:

“Noi per la fede di Cristo � siamo disposti a subire tutto: le catene, il carcere, tutti gli incomodi della vita, e la stessa morte”.

Loro stiano ancora comodamente seduti…

Dio renderà ragione della santa verità cattolica per la quale ci esponiamo.
Avanti con Maria.